sabato 1 ottobre 2011

Il programma di finanziamenti del Consiglio europeo della ricerca per i prossimi 5 anni (CER)

Il Consiglio europeo della ricerca (CER) ha annunciato il suo programma di finanziamenti per i prossimi cinque anni e in tutta Europa centinaia di ricercatori all'inizio della loro carriera si danno da fare per ricevere un maggiore supporto finanziario.

Come parte del concorso per gli Starting Grant del CER, verranno assegnati poco più di 670 milioni di euro a circa 480 ricercatori, con singole borse che raggiungono i 2 milioni di euro.

Le borse assegnate finanzieranno un'ampia varietà di progetti in molte aree di ricerca: dalle eccezionali proprietà dei nanomateriali biologici, passando per gli effetti sulla salute dell'esposizione al rumore del traffico, fino al ruolo dei media economici nelle crisi finanziarie. Nel complesso, il 46 % dei richiedenti sono stati selezionati in "Fisica e ingegneria", il 35 % in "Scienze della vita" e il 19 % in "Scienze sociali e studi umanistici".
I candidati selezionati lavoreranno in università o enti di ricerca situati in 21 paesi in tutta Europa.

Il CER è il primo ente europeo di finanziamento organizzato per supportare la ricerca di frontiera avviata su iniziativa dei ricercatori. Il suo obbiettivo principale è quello di stimolare l'eccellenza scientifica supportando e incoraggiando gli scienziati, accademici e ingegneri migliori e più creativi ad essere più avventurosi e a correre dei rischi nella loro ricerca. Gli scienziati sono incoraggiati a superare le frontiere consolidate della conoscenza e i confini delle varie discipline per mezzo di un approccio innovativo.

Il CER agisce da ente complementare al fianco delle agenzie nazionali di finanziamento della ricerca, oltre ad essere la parte più importante del programma "Idee" del Settimo programma quadro (7°PQ) dell'UE.

Per maggiori informazioni: Consiglio europeo della ricerca

Fonte: Cordis