mercoledì 25 gennaio 2012

CORSI EUROPROGETTAZIONE TRAINING4EUROPE®

I corsi di europrogettazione TRAINING4EUROPE® sono organizzati dalla società Obiettivo Europa s.a.s che gestisce www.obiettivoeuropa.it, il portale dedicato ai finanziamenti europei gestiti direttamente da Bruxelles.


Questi corsi di europrogettazione sono di tipo intensivo e forniscono le conoscenze e gli strumenti necessari per partecipare con successo ai bandi europei e gestire progetti co-finanziati dall’Unione europea.Obiettivo Europa s.a.s organizza con regolarità, le seguenti tipologie di corsi di europrogettazione:

corsi di europrogettazione base dedicati all'ABC dell'europrogettazione, per chi sa poco o nulla dei fondi europei e desidera iniziare a comprendere cosa comporta (in termini di tempo, risorse e competenze) partecipare ai bandi che erogano questi fondi;

corsi di approfondimento sulla compilazione del budget o sulle tecniche di scrittura di un buon progetto, per chi conosce già qualcosa dei fondi europei e ha bisogno di migliorare specifici aspetti;

corsi di europrogettazione mirati per orientarsi ed imparare ad accedere ai fondi europei specifici per le piccole e medie imprese, per gli enti pubblici e le università o ad esempio per le attività culturali o no profit.

I corsi di europrogettazione 
TRAINING4EUROPE® sono frequentati da persone che solitamente già lavorano presso aziende private, onlus, università o enti pubblici, e che desiderano aggiungere nuova conoscenza alla loro ordinaria attività, imparando ad accedere ai fondi europei per realizzare progetti nel loro settore di attività.

I docenti sono tutti comprovati consulenti senior di progettazione europea e delle tematiche trattate, con decennale esperienza alle spalle e riconosciute capacità di insegnamento.

Durante i corsi sono previste esercitazioni pratiche in gruppi, per sperimentare direttamente cosa significa analizzare un bando e sviluppare una proposta progettuale.

Per consentire un apprendimento ottimale i corsi sono a numero chiuso (minimo 15, massimo 30 iscritti). Un'aula di 50 persone non consentirebbe assolutamente un'interazione proficua tra il docente e i partecipanti.

Per conoscere meglio i
corsi di europrogettazione TRAINING4EUROPE® è possibile consultare tutte le passate edizioni, vedere le foto e leggere i commenti di chi ha già partecipato ai corsi sul sito www.training4europe.it 

Per iscriversi ai prossimi corsi andare su: www.obiettivoeuropa.it/corsi

Per richiedere maggiori informazioni sui corsi è possibile scrivere a formazione@obiettivoeuropa.it oppure chiamare il Numero verde gratuito 800 034 210 (a lunedì a venerdì)




lunedì 23 gennaio 2012

Progetti finanziati nell'ambito dell'Azione preparatoria nel settore dello sport

In riferimento al bando EAC/18/11 — Azione preparatoria nel settore dello sport (scadenza 29 luglio 2011) la Commissione europea ha pubblicato i risultati della selezione, indicando i 12 progetti che saranno co-finanziati, tra cui anche un progetto con coordinatore italiano:


Coordinatore: Comitato regionale CONI - Lombardia
Sovvenzione massima 200.000 EUR

Il bando EAC/18/11 ha l'obiettivo di sostenere progetti transnazionali proposti da organismi pubblici o da organizzazioni senza scopo di lucro al fine di individuare e testare adeguate reti e prassi ottimali nel settore dello sport riguardo ai seguenti aspetti:

a) prevenzione e lotta contro la violenza e l'intolleranza nello sport
Il bando intende sostenere progetti transnazionali innovativi che si focalizzano sulla prevenzione e lotta contro la violenza e discriminazione nello sport. Le azioni sosterranno la messa in rete transnazionale e lo scambio di buone praticghe tra il settore dello sport, le istituzioni d'istruzione, le organizzazioni di supporters, le ONG attive in questo settore e le autorità nazionali e locali in modo da promuovere il rispetto dei valori fondamentali europei nello sport.

b) promozione di approcci innovativi per rafforzare l'organizzazione dello sport in Europa
Il bando intende sostenere progetti transnazionali finalizzati a sviluppare la dimensione europea nello sport attraverso approcci organizzativi innovativi. Le azioni sosterranno la messa in rete transnazionale e lo scambio di buone pratiche all'interno del settore dello sport. Le azioni dovranno focalizzarsi sul testaggio di approcci innovativi finalizzati a promuovere la buona gestione nelle organizzazioni sportive, a rafforzare lo sviluppo di capacità degli operatori sportivi o a sviulppare la dimensione europea nell sport aumentando il livello competitivo delle discipline sportive in Europa.

In totale la Commissione europea ha ricevuto 106 domande in risposta a questo bando, di cui 24 domande sono state ritenute non ammissibili.

Tra le domande ammissibili, 38 sono stati presentate per il tema prevenzione e lotta contro la violenza e l'intolleranza nello sport e 44 per il tema promozione di approcci innovativi per rafforzare l'organizzazione dello sport in Europa.

Per consultare i progetti finanziati CLICCA QUI

domenica 22 gennaio 2012

Bando esperti per assistere la Commissione nel campo della giustizia, della libertà e della sicurezza

La Commissione europea sollecita la presentazione di candidature da parte di persone fisiche e organismi, al fine di istituire una banca dati di esperti indipendenti che potrebbero essere chiamati ad assisterla nel quadro di incarichi connessi ai programmi realizzati nel settore politico «Spazio di libertà, sicurezza e giustizia».

Le persone che desiderano essere iscritte nell'elenco di esperti sono invitate a presentare la propria candidatura. Gli esperti potranno assistere la Commissione nell'ambito delle seguenti attività:

I) valutazione delle proposte presentate nel quadro di un invito a presentare offerte, secondo le politiche e gli obiettivi dei programmi realizzati nel settore della giustizia, della libertà e della sicurezza ed in funzione dei criteri pubblicati con riguardo ad inviti a presentare offerte specifici, nonché valutazione dei relativi fascicoli di informazione.

II) Monitoraggio e valutazione di attività/progetti ultimati o tuttora in fase di esecuzione nel quadro dei programmi in questione.

III) Attività puntuali nel campo della giustizia, della libertà e della sicurezza, segnatamente partecipazione a conferenze, animazione di seminari, promozione di alcuni programmi ed altre valutazioni.

IV) Sostegno metodologico, analisi dei rischi, redazione di procedure per la gestione dei progetti/delle attività dei programmi in questione.

V) Analisi, miglioramento e divulgazione delle buone prassi riguardanti i sistemi di gestione degli Stati membri nel quadro delle azioni condotte in gestione ripartita nel campo della giustizia, della libertà e della sicurezza (unicamente per i settori prioritari da 1 a 4 illustrati di seguito).

Ogni volta che sarà necessario avviare un'attività riguardante i programmi realizzati nel settore della giustizia, della libertà e della sicurezza, l'ente appaltante inviterà tutti i candidati iscritti nell'elenco, o alcuni di loro selezionati sulla base di criteri obiettivi e non discriminatori specifici alla valutazione richiesta.

La Commissione desidera avvalersi dei servizi di esperti nei seguenti settori prioritari:

gestione del programma generale Solidarietà e gestione dei flussi migratori:

1) Fondo europeo per i rifugiati;
2) Fondo europeo per i confini esterni;
3) Fondo europeo per il rimpatrio;
4) Fondo europeo per l'integrazione dei cittadini di paesi terzi;

gestione del programma generale Diritti fondamentali e giustizia:

5) giustizia civile;
6) giustizia penale;
7) prevenire il consumo di stupefacenti ed informare il pubblico;
8) combattere la violenza (Daphne);
9) diritti fondamentali e cittadinanza;
10) tutela dei dati personali;

gestione del programma generale Sicurezza e tutela delle libertà:

11) prevenire e combattere la criminalità;
12) prevenzione, preparazione e gestione delle conseguenze in materia di terrorismo ed altri rischi legati alla sicurezza.

Verrà stilato un elenco di esperti per ogni settore. Gli esperti possono presentare candidatura per 1 o vari settori.

Sono ammesse a presentare candidatura le persone fisiche e le persone giuridiche.

Gli organismi che vantano una conoscenza ed un interesse particolare nei settori precitati sono vivamente incoraggiati a proporre esperti che desiderano raccomandare.

I potenziali esperti dovranno vantare le competenze e le conoscenze richieste nei settori di attività in cui potrebbero essere chiamati ad intervenire, nonché le competenze linguistiche necessarie.

Tali esperti dovranno inoltre:

a) essere almeno titolari di un titolo di laurea che li abiliti ad intraprendere studi post-universitari o, a titolo eccezionale, vantare un'esperienza professionale equivalente nel settore prescelto;

b) vantare almeno 7 anni di esperienza professionale o di lavoro di ricerca (dall'ottenimento del titolo di laurea), maturati in una funzione correlata al settore prescelto;

c) vantare una buona padronanza di almeno 1 delle lingue di lavoro della Commissione europea (francese, inglese e tedesco) nonché una buona conoscenza di 1 o varie altre lingue ufficiali dell'Unione europea.

Saranno conclusi contratti standard di servizi remunerati sulla base di una tariffa giornaliera di 450 EUR. Le spese di viaggio e di soggiorno verranno rimborsate conformemente alle disposizioni standard della Commissione. A titolo generale, la durata complessiva dei contratti non potrà superare 50 giorni/anno per ogni esperto.

Le domande di partecipazione dovranno pervenire al seguente indirizzo:


Inserisci link
Commissione europea, direzione generale della Giustizia, della libertà e della sicurezza, unità A4, LX46 0/47, B-1049 Bruxelles.

Le buste dovranno recare la dicitura: «AMI Experts — JLS 2007 — Unité A4».

Le candidature potranno essere presentate esclusivamente in base all'atto di candidatura disponibile on-line sul seguente sito web della DG Giustizia

L'elenco compilato a seguito del presente invito a presentare candidature resterà valido fino al 31.12.2014. Le parti interessate potranno presentare una candidatura fino al 31.3.2014.

I candidati, che sono stati già selezionati e i cui nominativi sono stati inseriti nell'elenco dei candidati prescelti, non sono tenuti a ripresentare la propria candidatura.

giovedì 12 gennaio 2012

Info Day sul bando TEN-E (Bruxelles, 1 febbraio 2012)

Il programma di lavoro annuale per il 2012 nel campo della rete transeuropea (TEN) - area delle infrastrutture di energia (TEN-E) - intende incoraggiare il funzionamento e lo sviluppo efficace del mercato interno, rafforzare la sicurezza delle forniture e la diversificazione dei fornitori e delle rotte energetiche, facilitare lo sviluppo e ridurre l'isolamento delle regioni meno avvantaggiate, nonché contribuire allo sviluppo sostenibile e alla tutela dell'ambiente, coinvolgendo tra le altre cose le energie rinnovabili.

La Direzione generale per l'Energia organizza un Info day sul bando TEN-E pubblicato il 20 dicembre scorso e con scadenza 29 febbraio 2012.

L'iscrizione all'evento è possibile fino al 27 gennaio 2012.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

Info Day bando Clean Sky (Bruxelles, 19 e 20 gennaio 2012)

Obiettivo dell'Iniziativa Tecnologica Congiunta Clean Sky (JTI-CS) (Cielo pulito) è sostenere le attività volte ad accelerare lo sviluppo di tecnologie per l'aria pulita e i trasporti aerei nell'Unione europea, al fine di contribuire al raggiungimento degli obiettivi europei in termini di riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera.

In particolare, l'iniziativa Clean Sky si propone di ridurre le emissioni di anidride carbonica (CO2) del 40%, quelle di protossido di azoto (NOx) del 40% e le emissioni acustiche dell'ordine di 20 decibel.


Il 19 gennaio 2012 si terrà a Bruxelles un workshop dedicato bando di prossima pubblicazione nell'ambito del programma Clean sky, nel corso del quale verranno trattati nel dettaglio i temi bando i potenziali partecipanti potranno chiedere qualsiasi chiarimento sulla lista degli argomenti specifici previsti.

La partecipazione è gratuita ma la registrazione è obbligatoria. Per maggiori informazioni CLICCA QUI
 
Il 20 gennaio 2012, invece, è previsto un Info day dedicato sempre al prossimo bando Clean Sky, per presentarlo nella sua interezza, includendo le procedure di valutazione e per offrire ai potenziali candidati suggerimenti per la preparazione delle proposte.
Per maggiori informazioni CLICCA QUI

martedì 3 gennaio 2012

Progetto Pos Matome Griko per favorire la rinascita dell’interesse e dell’uso della lingua Grika

Programma UE di riferimento

Programma di apprendimento permanente (2007 - 2013)

Durata
01/01/2011 - 31/12/2012


Coordinatore
Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo
Via Libertini 15/a - Lecce (Italia)
Tel: 0832 301484
Sito web: www.agenziaeuromed.it
Referente: Dott. Mauro Martina
E-mail: mauro.martina@agenziaeuromed.it

Partners
• British Hellenic College (Gr)
• Alpha Pubblications (Gr)
• University of Cyprus (CY)
• Istituto di Culture Mediterranee (IT)

GRIKO: Di che cosa si tratta?

Il Griko è una lingua minoritaria ancora oggi parlata nelle due isole linguistiche dell’Italia Meridionale, nella Bovesìa in Calabria e nella Grecìa Salentina, nella Puglia meridionale. Conserva in sé vocaboli di origine dorica, attestanti la derivazione dall’antico Greco, ma anche vocaboli medievali e neogreci.

Il Griko è attualmente insegnato nelle scuole primarie e secondarie delle aree interessate, ma ciò nonostante, questa lingua minoritaria, per una serie di fattori economico-culturali, rischia oggi di scomparire e va, quindi, protetta e custodita come prezioso patrimonio della comune cultura mediterranea.


Il progetto Pos Matome Griko nasce proprio per favorire la rinascita dell’interesse e dell’uso della lingua Grika, rendendone l’apprendimento facile e interessante attraverso lo sviluppo di una metodologia didattica moderna e all’avanguardia, per contenuti e strumenti multimediali applicati all’insegnamento linguistico.


Il team progettuale è composto da partner internazionali di alto profilo e di grande esperienza nel campo della progettazione e della realizzazione di iniziative finalizzate alla valorizzazione e alla salvaguardia dei beni culturali dei paesi dell’area euromediterranea quali: Agenzia per il Patrimonio Culturale Euromediterraneo (IT); British Hellenic College (Gr), Alpha Publications (Gr); University of Cyprus (CY); Istituto di Culture Mediterranee(IT).


Nell’ambito di questa collaborazione e con il finanziamento dell’Unione Europea è stato progettato materiale didattico innovativo per concezione e metodologia: i tradizionali strumenti pedagogici come vocabolari, libri, corsi di lingua per bambini e adulti sono, infatti, coadiuvati dalle moderne ICT applicate al settore dell’istruzione. Il sito web dedicato, la piattaforma linguistica multimediale e il software didattico, sono parte integrante del metodo e sono stati studiati e costruiti per coinvolgere e catturare l’attenzione dei più giovani, senza dimenticare, però, il pubblico degli adulti che hanno a disposizione un sistema didattico completo e integrato per l’apprendimento del Griko a tutti i livelli.


La disponibilità di materiali didattici moderni e uno specifico programma di formazione sono i punti di forza del progetto per rafforzare la consapevolezza del valore culturale e storico che la lingua Grika ha avuto sulle popolazioni interessate e che può e deve essere salvaguardato.



lI nostro programma/materiale didattico


- Lingua e Grammatica Grika per bambini (6-15 anni); Livelli A1-A2; B1- B2;C1-C2.


- Lingua e Grammatica Grika per adulti; Livelli A1-A2; B1-B2; C1-C2.


- Vocabolario Griko – Greco – Italiano.


I nostri obiettivi e le nostre intenzioni


- Promozione e valorizzazione della lingua minoritaria Grika.
- Promozione della diversità linguistica, sociale e culturale attraverso la diffusione di una lingua minoritaria nelle aree in cui si parla.

- Promozione e sostegno della varietà linguistica e culturale mediante la promozione di una lingua minoritaria e le sue influenze sociologiche e culturali nei territori dove viene parlata.


- Miglioramento delle risorse educative di tutti gli enti che sono interessati all’insegnamento del Griko.


- Sviluppo di un metodo didattico innovativo, frutto della sintesi di tradizione e tecnologia.



- Miglioramento dell’uso delle ICT nel settore dell’istruzione, aumentando interesse, motivazione e apprendimento del gruppo obiettivo (studenti compresi).


Le nostre azioni
- Sviluppo di una specifica procedura d’insegnamento (attraverso la realizzazione di programmi di studio) e di materiale didattico per l’insegnamento della lingua Grika.

- Progettazione e sviluppo di un portale internet per il Griko e di una piattaforma e-learning che offrirà l’accesso gratuito al materiale didattico e informazioni relative a programmi e corsi.


- Svolgimento di corsi per bambini e adulti.


- Seminari e laboratori culturali relativi alla lingua e alla cultura Grika.


- Coinvolgimento delle scuole e dei comuni delle aeree ellenofone del Salento.

I gruppi – obiettivo

- Studenti e insegnanti delle scuole delle aree grecofone.

- Adulti residenti nella Grecìa Salentina.

- Comuni della Grecìa Salentina.

- Università: Dipartimenti di Lingua e Cultura Neogreca.

- Comunità Elleniche e Centri Culturali Ellenici in Italia dove si insegna la lingua greca moderna.

- In generale, tutti coloro che sono interessati ad imparare e ad approfondire la conoscenza del Griko, preziosa eredità culturale e storica di un glorioso passato che tutti hanno il dovere di custodire e tramandare alle generazioni future. 

Contributo UE
271.783 EUR


lunedì 2 gennaio 2012

Programma Gioventù in Azione: nuove modalità di presentazione delle candidature progettuali

Il programma Gioventù in Azione inaugurerà il 2012 con la pubblicazione del nuovo strumento unico di presentazione delle candidature progettuali, l'E-Form.

In attesa della novità, l’Agenzia nazionale per i giovani ha pubblicato il formulario aggiornato per l'Azione 2- Servizio Volontario Europeo e il relativo modulo di Manifestazione di Interesse, per i quali non sono previste modifiche procedurali di inoltro.

I due documenti, al momento in inglese, saranno al più presto disponibili anche in italiano.

Info Day Bando Gioventù in Azione (Roma, 20 gennaio 2012)

Il 20 gennaio 2012 l'Agenzia Nazionale per i Giovani realizzerà a Roma una giornata informativa sul Programma Gioventù in Azione. La giornata ha lo scopo di fornire un'informazione generale su tutte le Azioni del Programma Gioventù in Azione 2007-2013.

La partecipazione è aperta esclusivamente ai rappresentanti delle organizzazioni che non hanno mai beneficiato di contributi concessi per progetti approvati da parte del Programma Gioventù in Azione; pertanto possono iscriversi anche i potenziali beneficiari che hanno presentato progetti, ma che non sono stati approvati.

Potrà partecipare alla giornata un solo rappresentante per associazione/ente locale/gruppo informale (nuovi potenziali beneficiari del Programma).

L'apertura dei lavori è prevista alle ore 10.00 e il termine alle ore 17.30.

La domanda di partecipazione dovrà essere compilata esclusivamente online entro le ore 24 del 9 gennaio 2012. I partecipanti selezionati riceveranno conferma di partecipazione via e-mail entro l'11 gennaio 2012.
Sarà predisposta una lista di riserva dei candidati non selezionati, che saranno contattati dall'ANG in caso di rinunce alla partecipazione. Il programma definitivo e le indicazioni per il rimborso delle spese di viaggio saranno inviati ai soli partecipanti selezionati entro la data su indicata.

Sede dell'evento Roma - Spazio Europa Via IV Novembre 149


Info Day Bando CIP ICT PSP - Competitività e innovazione nel settore delle TIC (Roma, 13 gennaio 2012)

Il Dipartimento per la Digitalizzazione della PA e l'innovazione in collaborazione con l'APRE organizza il 13 Gennaio 2012 a Roma la Giornata Informativa Nazionale sul bando 2012 del Programma europeo CIP ICT PSP (Competitività e Innovazione nel settore delle TIC - tecnologie dell'informazione e della comunicazione).


I temi di quest'anno sono:
  • TIC per città intelligenti
  • Contenuti digitali
  • Open data e creatività
  • TIC per la salute
  • Invecchiamento attivo e inclusione
  • TIC per government innovativo e servizi pubblici
  • eServizi fidati
La pubblicazione del bando è prevista il 1 febbraio con scadenza il 15 maggio 2012.

La giornata informativa sarà inoltre occasione per presentare i risultati di alcuni fra i progetti ritenuti di particolare interesse per le pubbliche amministrazioni e le imprese italiane, nonché discutere insieme ai partecipanti italiani e ad esperti in tema di innovazione le esperienze e le caratteristiche del Programma e le evoluzioni future dello stesso alla luce del nuovo Programma europeo di ricerca e innovazione  “Horizon 2020”.