lunedì 30 aprile 2012

Premio europeo per le buone prassi nel settore della sicurezza e della salute sul lavoro

L'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) invita a presentare le candidature per l'undicesima premiazione europea per la buona prassi nel settore della sicurezza e della salute sul lavoro.

Il premio per le buone prassi è uno degli strumenti principali della campagna Ambienti di lavoro salubri e intende evidenziare i migliori esempi di buone prassi di collaborazione tra gestione aziendale e impiegati ai fini della prevenzione del rischio.

E' organizzato dall'EU-OSHA in cooperazione con gli Stati membri e le attuali presidenze del Consiglio dell'Unione europea. Il premio intende dimostrare i benefici dell'adozione di buone prassi in materia di sicurezza e salute. Ci si attende che i candidati selezionati siano in grado di dimostrare solide capacità gestionali e un'attiva partecipazione da parte dei lavoratori nei processi di garanzia di sicurezza e salute

I giudici individueranno i migliori esempi di mutua collaborazione e di benefici tratti. Si incoraggiano domande da parte di tutti i datori di lavoro, lavoratori e intermediari europei quali i partner sociali, professionisti nel settore di salute e sicurezza e medici, nonché coloro che forniscono assistenza e informazione a livello di ambienti lavorativi.

Il premio sarà conferito ai vincitori nel corso di una cerimondia nella primavera 2013. Ci si augura che tra i vincitori si possano contare rappresentanti di entrambe le categorie, datori di lavoro e lavoratori. Inoltre, i dettagli del loro esemplare contributo congiunto verranno evidenziati in una pubblicazione speciale ad ampia distribuzione in tutta Europa e saranno promossi tramite il sito EU-OSHA.

La premiazione prevede due categorie: per organizzazioni che contano meno di 100 lavoratori e per quelle a partire da 100 lavoratori.

Cosa occorre dimostrare nella candidatura?
  • Una leadership autentica ed efficace nonché la partecipazione dei lavoratori tesa a promuovere il tema della campagna ‘Lavoriamo insieme per la prevenzione dei rischi’;
  • la partecipazione effettiva della forza lavoro e dei suoi rappresentanti;
  • il pieno sostegno dei vertici aziendali;
  • interventi mirati sul luogo di lavoro;
  • un'attuazione riuscita;
  • miglioramenti concreti e tangibili per la sicurezza e la salute;
  • attenzione per le diversità all'interno della forza lavoro;
  • sostenibilità nel lungo periodo;
  • trasferibilità del modello ad altri luoghi di lavoro (compresi altri Stati membri e piccole e medie imprese);
  • tempestività (l'intervento deve essere recente oppure poco pubblicizzato).
Inoltre l'intervento deve rispettare le normative vigenti dello Stato membro in cui è attuato e, di preferenza, superare gli standard minimi previsti.


Chi può partecipare?

Si accetteranno esempi di buone prassi presentati da aziende o organizzazioni nei 27 Stati membri dell'UE, oltre che nei paesi dei Balcani occidentali e in Turchia, vale a dire:
  • aziende individuali (questo tipo di candidature è particolarmente incoraggiato);
  • aziende o organizzazioni che rientrano nella catena di approvvigionamento del prodotto, dell’attrezzatura o del personale;
  • gli enti che offrono formazione e il mondo dell’istruzione;
  • organizzazioni di datori di lavoro, associazioni commerciali, sindacati e associazioni non governative;
  • servizi di prevenzione della salute e della sicurezza sul lavoro regionali o locali, enti assicurativi e altre organizzazioni intermediarie.
I modelli e gli esempi di buone prassi non devono essere stati concepiti unicamente per conseguire un profitto di natura commerciale. Ciò si riferisce in particolare a prodotti, strumenti o servizi disponibili in commercio o che potrebbero essere immessi sul mercato. Le iniziative che puntano sugli individui, come la formazione, dovrebbero dimostrare come si collocano in un approccio più ampio alla gestione del rischio nell'ambito della manutezione.

Come partecipare

I premi per le buone prassi sono coordinati a livello nazionale dalla rete dei punti focali dell'Agenzia. Ciascun paese selezionerà due vincitori a livello nazionale. Questi ultimi saranno ammessi a partecipare al concorso paneuropeo. 

Per informazioni più dettagliate sulla partecipazione consultare il sito dell'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro