mercoledì 11 aprile 2012

Programma PROGRESS: pubblicato il piano di lavoro per il 2012


Sul sito della DG Occupazione, affari sociali e pari opportunità, é stato pubblicato il Piano di lavoro annuale2012 del programma di finanziamento per l'occupazione e la solidarietà sociale (PROGRESS).
 
Piano di lavoro annuale 2012

Lista di attività 2012

PROGRESS è il programma europeo volto a sostenere l'attuazione della politica dell'UE in materia di occupazione, di protezione e inclusione sociale, condizioni di lavoro, non discriminazione e parità di genere.

Il piano di lavoro 2012 definisce le priorità politiche e le attività che guideranno i finanziamenti dell'anno di riferimento in base alla decisione che istituisce il programma.

Il quadro politico generale di riferimento è la strategia Europa 2020, che mira a trasformare l'Unione europea in un'economia intelligente, sostenibile e inclusiva con elevati livelli di occupazione, di produttività e di coesione sociale, e propone il rafforzamento di tre priorità:

- smart growth: sviluppare un'economia basata sulla conoscenza e sull'innovazione;

- crescita sostenibile: promuovere un'economia più efficiente, più verde e più competitiva;

- crescita inclusiva: promuovere un alto tasso di occupazione attraverso la coesione territoriale.

Il piano di lavoro stabilisce le attività prioritarie per il 2012 su cui dovranno convergere le risorse finanziarie disponibili (pari a 99,207 milioni di euro) al fine di sostenere gli Stati membri nell'opera di modernizzazione dei loro mercati del lavoro e accrescere i loro tassi di occupazione, soprattutto tra i giovani.

Tra le attività pianificate per il 2012 si prevede il conseguimento, trasversalmente ai settori di policy del PROGRESS, di cinque risultati prioritari, ed in particolare:

- disegnare norme e politiche dell'Unione europea basate sull'evidenza;

- favorire lo scambio effettivo e la condivisione delle informazioni;

- promuovere un dibattito politico di alta qualità e partecipativo a livello dell'Unione e nazionale;

- aumentare la capacità dei network nazionali e comunitari di promuovere e sviluppare politiche e obiettivi connessi ai settori di policy del Progress;

- migliorare l'integrazione delle tematiche trasversali.

Nel 2012 i paesi candidati (Turchia, Croazia ed ex Repubblica di Macedonia) continueranno a partecipare in condizioni di parità con gli Stati membri e i Paesi EFTA/SEE, mentre la Serbia prenderà parte soltanto ad alcune azioni.

Nel 2012 saranno pubblicati 37 bandi, di cui 9 saranno inviti a presentare proposte (call for proposlas) e 28 saranno bandi di gara (call for tenders).

Sito web di riferimento del programma PROGRESS