lunedì 22 aprile 2013

Europa 2020 - La strategia dell'UE per la crescita

Europa 2020 è la strategia decennale per la crescita sviluppata dall'Unione europea. Essa non mira soltanto a uscire dalla crisi che continua ad affliggere l'economia di molti paesi, ma vuole anche colmare le lacune del nostro modello di crescita e creare le condizioni per un diverso tipo di sviluppo economico, più intelligente, sostenibile e solidale. 

La strategia Europa 2020 mira a una crescita che sia:

- intelligente, grazie a investimenti più efficaci nell'istruzione, la ricerca e l'innovazione;

- sostenibile, grazie alla decisa scelta a favore di un'economia a basse emissioni di CO2 e della competitività dell'industria; e

- solidale, ossia focalizzata sulla creazione di posti di lavoro e la riduzione della povertà.

Per misurare i progressi compiuti nel conseguire gli obiettivi della strategia Europa 2020, sono stati convenuti 5 obiettivi quantitativi per l'intera Unione europea:

Occupazione 
  • innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia di età compresa tra i 20 e i 64 anni)

Ricerca e Sviluppo
  • aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo al 3% del PIL dell'UE

Cambiamenti climatici e sostenibilità energetica 
  • riduzione delle emissioni di gas serra del 20% (o persino del 30%, se le condizioni lo permettono) rispetto al 1990 
  • 20% del fabbisogno di energia ricavato da fonti rinnovabili 
  • aumento del 20% dell'efficienza energetica

Istruzione 
  • Riduzione dei tassi di abbandono scolastico precoce al di sotto del 10%  
  • aumento al 40% dei 30-34enni con un'istruzione universitaria 

Lotta alla povertà e all'emarginazione 
  • almeno 20 milioni di persone a rischio o in situazione di povertà ed emarginazione in meno

Questi obiettivi sono poi tradotti in obiettivi nazionali   per riflettere la situazione e le circostanze specifiche di ogni paese. 

La strategia comporta anche sette iniziative prioritarie che tracciano un quadro entro il quale l'UE e i governi nazionali sostengono reciprocamente i loro sforzi per realizzare le priorità di Europa 2020:

Crescita intelligente

  • Agenda digitale europea 
  • Unione dell'innovazione 
  • Youth on the move 

Crescita sostenibile

  • Un'Europa efficiente sotto il profilo delle risorse 
  • Una politica industriale per l'era della globalizzazione 

Crescita solidale

  • Agenda per nuove competenze e nuovi lavori
  • Piattaforma europea contro la povertà

Europa 2020 avrà successo solo con un'azione determinata e mirata a livello sia europeo che nazionale. 


A livello UE si stanno prendendo decisioni fondamentali per completare il mercato unico nei settori dei servizi, dell'energia e dei prodotti digitali e per investire in collegamenti transfrontalieri essenziali. 

A livello nazionale occorre rimuovere molti ostacoli alla concorrenza e alla creazione di posti di lavoro. Ma solo se gli sforzi saranno combinati e coordinati si avrà l'impatto voluto sulla crescita e l'occupazione.
Ecco perché la realizzazione di Europa 2020 dipende in misura determinante dalle strutture e dai processi di governance che l'UE ha cominciato a introdurre dal 2010. 

Lo strumento più importante è il Semestre europeo, un ciclo annuale di coordinamento economico che comporta indirizzi politici impartiti a livello UE dalla Commissione europea e dal Consiglio, impegni a realizzare riforme degli Stati membri e raccomandazioni specifiche per paese, elaborate dalla Commissione e sancite al più alto livello dai leader nazionali riuniti in sede di Consiglio europeo. I paesi membri sono tenuti a tener conto di queste raccomandazioni nelle loro politiche e nei loro bilanci.


Fonte: Commissione europea