sabato 11 maggio 2013

Un corso per imparare a compilare il budget dei progetti europei

IL BUDGET E LA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI EUROPEI
(Roma, 6 - 7 giugno 2013)

Indipendentemente dallo specifico programma di finanziamento, la gestione finanziaria rappresenta uno degli aspetti più complessi dei progetti europei. 

Un budget tecnicamente corretto e ben bilanciato, infatti, è il presupposto essenziale non solo per una candidatura di successo ma anche per una successiva più agevole ed efficace gestione.

Obiettivo Europa srl ha ideato un corso strutturato e completo, interamente dedicato ai principi e alle modalità di budgeting, ovvero alla costruzione, suddivisione e articolazione di un budget di progetto, nonché i principi inerenti la gestione finanziaria e l’impostazione della conseguente rendicontazione dei progetti europei.

Riveduto e ridisegnato sulla base delle consolidate esperienze dei corsi di rendicontazione precedenti, questa nuova edizione del corso si caratterizza e si distingue nettamente da altri corsi sullo stesso tema, sia in termini di metodologia didattica che nei contenuti.
 
Rispetto alla metodologia didattica, il corso in questa edizione accentua gli aspetti laboratoriali di sperimentazione della costruzione di un budget su di un reale formulario di candidatura: una simulazione pensata per stimolare un apprendimento attivo da parte dei partecipanti e, al contempo, attraverso il lavoro in sottogruppi, simulare quanto accade nella realtà per gli aspetti inerenti la negoziazione del budget con i partner di progetto.

Rispetto ai contenuti, il corso è dedicato alla parte strettamente finanziaria dei progetti europei e fornisce le conoscenze e gli strumenti necessari per predisporre un budget tecnicamente coerente in fase di presentazione della richiesta di finanziamento, come anche i criteri e gli strumenti necessari per districarsi tra le regole di ammissibilità dei costi, i conseguenti principi di rendicontazione da rispettare, i modelli di costo, i formulari e i giustificativi di spesa nella successiva rendicontazione a progetto finanziato.

Vengono inoltre illustrate metodologie e buone prassi per la massimizzazione dell’efficacia della spesa e la gestione del cash-flow progettuale. 
Il corso è dedicato espressamente ai progetti finanziati dai programmi europei a “gestione diretta” e tiene conto delle nuove normative UE in corso di emanazione o di recente emanazione (come il nuovo Regolamento finanziario 966 del 26 ottobre 2012).
 
Riassumendo, il corso ha l'obiettivo di fare acquisire le seguenti competenze teorico-pratiche:

• definizione del budget nella candidatura;

• analisi di convenienza finanziaria della ;

• pianificazione del cash-flow di progetto;

• rendicontazione delle spese;

• gestione ed archiviazione dei documenti contabili di progetto;

• massimizzazione dell’impatto economico-finanziario del progetto.

Date: 6 e 7 giugno 2013 

Sede del corso: centro congressi Cavour a Roma (nelle immediate vicinanze della stazione Termini)
Quota di iscrizione: 360 euro + iva

Per tutte le informazioni dettagliate e per iscriversi consultare il sito www.obiettivoeuropa.it/corso-budget

E' anche possibile contattare la segreteria scrivendo a formazione@obiettivoeuropa.it oppure chiamando il Numero verde gratuito 800 034 210
 

venerdì 10 maggio 2013

Giornata europea dei mari (Malta, 21 - 22 maggio 2013)

La sesta edizione della conferenza della Giornata europea dei mari si svolgerà a La Valletta (Malta) il 21 e 22 maggio 2013. È organizzata dalla Commissione europea (Direzione generale per gli Affari marittimi e la pesca) in partenariato con il ministero maltese dell'Economia, degli investimenti e delle piccole imprese e con il ministero maltese del Turismo.

Lo sviluppo delle coste e il turismo marittimo sostenibile sono i temi su cui si incentra l'edizione 2013 della Giornata europea dei mari.

Per due giorni a La Valletta (Malta) esperti di tutti i settori marittimi e di tutta Europa discuteranno su come promuovere l'industria turistica e sfruttarne le potenzialità non solo come settore di crescita sostenibile, ma anche come motore decisivo per l'economia in senso lato e fattore chiave di contributo al programma di crescita blu dell'Unione europea.  

La Giornata europea dei mari è stata istituita da una dichiarazione tripartita dei presidenti della Commissione europea, del Parlamento europeo e del Consiglio dell'Unione europea il 20 maggio 2008. Si celebra ogni anno il 20 maggio e nei giorni immediatamente precedenti o seguenti allo scopo di aumentare la visibilità dell'Europa marittima. Le edizioni precedenti.

La sesta edizione della Giornata europea dei mari aprirà la strada a forme di turismo innovative e sostenibili. Le discussioni saranno integrate in una comunicazione della Commissione europea sul turismo costiero e marittimo prevista per la seconda parte dell'anno. La conferenza sarà incentrata anche su questioni che interessano specificamente le isole, quali la connettività e la mobilità, mentre gruppi di lavoro distinti si occuperanno del futuro del settore croceristico, della gestione marina e costiera e dello sviluppo economico del bacino mediterraneo.

La Giornata europea dei mari rappresenta un'opportunità unica per riunire in un unico luogo l'intera comunità marittima, fare il punto sui progressi realizzati e concentrarsi sulle idee e le priorità per il futuro.

Per tutti i dettagli della conferenza e il programma completo consultare il sito: http://ec.europa.eu/maritimeday
 
Fonte: RAPID