giovedì 7 novembre 2013

Concorso europeo @Diversity: idee innovative per i settori culturali e creativi in Europa

I vincitori del primo concorso @Diversity, che premia gli esempi eccellenti di innovazione al servizio della cultura nel campo delle TIC, sono stati annunciati il 4 novembre da Androulla Vassiliou, Commissaria per l'istruzione, la cultura, il multilinguismo e la gioventù, nel corso della manifestazione brussellese Forum europeo della cultura.

Il concorso @Diversity comprende quattro categorie: "fare cultura", "diffondere cultura", "accesso alla cultura" e "cultura giovane". 

I 12 vincitori, descritti con maggior dovizia nell'allegato, sono:












Travelling Hospitals


I vincitori riceveranno un tutoraggio professionale personalizzato in materia di redazione di piani aziendali, questioni giuridiche, accesso ai finanziamenti, marketing e networking; il tutto al fine di attirare su ogni idea l'attenzione di finanziatori e clienti, in modo che essa possa trasformarsi in un modello sostenibile di progetto, prodotto o servizio.

"@Diversity: idee innovative per i settori culturali e creativi in Europa" è un progetto pilota lanciato dal Parlamento europeo e organizzato dalla Direzione generale della Commissione europea per l'istruzione e la cultura. Il concorso di idee @Diversity è partito nel maggio 2013 ed è riuscito a coinvolgere oltre 660 individui e istituzioni appartenenti a tutti gli Stati membri dell'UE. Sono state presentate in concorso più di 250 idee.


L'iniziativa @Diversity è gestita da un consorzio al quale partecipano peacefulfish (società di consulenza berlinese che finanzia i settori creativi) MFG (agenzia tedesca per l'innovazione nelle TIC e nei mezzi di comunicazione), e Kennisland (think tank olandese dedicato all'innovazione sociale).


Il Forum europeo della cultura si svolge a Bruxelles nel Palais des Beaux Arts (Bozar) dal 4 al 6 novembre. Il forum è dedicato in prevalenza a tre aspetti: misurare l'effettivo valore della cultura, studiare nuovi modelli di finanziamento della cultura, sviluppare il pubblico in modo da trasformare in realtà la partecipazione alla cultura.

Per maggiori informazioni: https://www.at-diversity.eu/

Fonte: RAPID