lunedì 4 maggio 2015

I finanziamenti europei per il settore audiovisivo e multimediale

Il programma Europa Creativa (2014-2020) sostiene il settore audivisivo e multimediale con:

  • Iniziative per promuovere la distribuzione delle opere e l'accesso al mercato
  • Iniziative per lo sviluppo di progetti o serie di progetti (slate funding)
  • Sostegno alla produzione di programmi televisivi o video game
  • Attività volte a stimolare l'interesse per i prodotti audiovisuali e aumentarne la disponibilità
  • Attività che promuovano l'interesse nei film, come le reti di cinema e i festival
  • Programmi che facilitino la coproduzione internazionale e che migliorino la circolazione e la distribuzione dei lavori
  • Attività formative per creare specifiche abilità e competenze nel settore dell'audiovisivo
Il sito di Europa Creativa

martedì 24 marzo 2015

CORSO ONLINE SUI FONDI EUROPEI 2014-2020

I Fondi europei 2014-2020: la mappa delle opportunità
mini-corso online per capire cosa finanzia l'Europa

Questo mini-corso online introduce alle possibilità che l’Europa offre in materia di finanziamenti diretti ed indiretti nel prossimo periodo 2014-2020.

 Al termine del corso conoscerai le caratteristiche principali dei più importanti programmi della gestione diretta 2014-2020, nell’ambito della ricerca e innovazione, della competitività, della cultura, dell’istruzione e della formazione, delle sfide sociali, della cooperazione europea e internazionale. In più, scoprirai cosa aspettarti da quella parte di fondi che sono gestiti ai livelli nazionali e regionali.

Questo nuovo e pratico corso è organizzato in 3 Unità Didattiche che includono materiali interattivi e video lezioni intervallate da utili mini-test di autovalutazione.

Unità 1 - La programmazione 2014-2020 – Framework: fornisce indicazioni e nozioni essenziali per poter comprendere le basi della programmazione europea.

Unità 2 - I programmi a gestione diretta 2014-2020: approfondisce i programmi che contribuiscono al raggiungimento dei tre obiettivi definiti nella strategia Europa2020 (Horizon2020, CO.SME, EaSI, ERASMUS+, LIFE). Vengono, inoltre, illustrati il programma Europa Creativa, i programmi per la cittadinanza e i diritti, e quelli che promuovono il ruolo mondiale dell’Europa.

Unità 3 - I fondi europei a gestione indiretta 2014-2020: approfondisce la tematica dei fondi europei a gestione indiretta e le basi della politica di coesione, economica e sociale dell’UE, fornendo informazioni necessarie alla comprensione del processo di suddivisione dei fondi e zonizzazione regionale in Europa.

Il punto di forza di questo corso è la totale flessibilità che ti permetterà di seguire il corso in base ai tuoi tempi e alle tue necessità.

Il materiale di apprendimento, fatto da slides interattive che guidano nella fruizione, è arricchito da video introduttivi e da audio commenti che aiutano a tenere vivo l’interesse e soprattutto a focalizzare ciò cui prestare attenzione. Le lezioni sono organizzate per unità didattiche, suddivise in argomenti ben riconoscibili e intervallate con simpatici quiz utili all’auto valutazione. A corredo, materiali di approfondimento, link e indicazioni utili.

I mini-test di autovalutazione che intervallano le unità sono strumenti efficaci a disposizione dell’utente per misurare i progressi e le nuove conoscenze senza avere la pressione dei meccanismi di valutazione. Il test finale al termine di ciascuna unità consente di verificare il livello generale delle nozioni e dei concetti appresi nel corso dell’intera unità.

I materiali, inclusi il glossario e gli approfondimenti, sono fruibili attraverso personal computer. E' sconsigliata la fruizione del corso tramite iPad, in quanto generalmente non supporta il formato flash.

Avrai a disposizione 2 mesi di connessione alla piattaforma online entro i quali completare il corso. Tempo stimato per lo svolgimento del corso: ca. 1 - 2 giorni (dedicandoci 3 - 4 ore al giorno).

Avviso importante: questo corso "in versione online" è un mini-corso introduttivo ai Fondi europei 2014-2020 e NON offre gli stessi contenuti ed approfondimenti del Primo modulo del Corso di Europrogettazione "svolto in aula" (vedi Corso completo di Europrogettazione). Il corso in aula dura 2 giorni, prevede il contatto diretto con il docente e propone una formazione completa ed approfondita sui nuovi programmi europei di finanziamento 2014-2020 e fornisce inoltre gli strumenti base di europrogettazione per l'analisi di finanziabilità e valutazione delle idee progetto, incluso esercitazioni guidate ed esempi pratici.

Questo corso è sicuramente ideale per tutti coloro che desiderano avere un primo approccio con le opportunità offerte dall’Europa e quindi poter valutare se approfondire ulteriormente gli argomenti frequentando, successivamente, un corso in presenza (come ad esempio il corso “Europrogettazione Primo modulo” organizzato da Obiettivo Europa a Roma); il corso è altresì utile per quanti desiderano semplicemente aggiornarsi, avendo già avuto modo in passato di conoscere la programmazione europea 2017-2013.

Quota d'iscrizione:
La quota individuale di iscrizione al corso è pari a 122 euro (100 euro + iva22%)

Importante: chi si iscriverà al corso online riceverà un voucher pari a 40 euro + iva, da spendere per l’iscrizione ad un corso in aula organizzato da Obiettivo Europa (vedi elenco corsi in programma)

Modalità d'iscrizione:

Per iscriversi è necessario compilare il seguente FORM DI ISCRIZIONE ed effettuare il pagamento secondo la modalità prescelta.

I pagamenti potranno avvenire tramite bonifico bancario, bollettino postale oppure tramite carta di credito o prepagata in tutta sicurezza con Paypal.

Entro 24 ore (escluso i giorni festivi) dalla ricezione del pagamento da parte nostra riceverete via email le credenziali (nome utente e password) per l’accesso alla piattaforma eLearning e la fruizione del corso online

» Maggiori informazioni su questo corso

http://www.obiettivoeuropa.it/scheda-corso.php?idCorso=82&nomeCorso=CORSO%20ONLINE%20-%20I%20FONDI%20EUROPEI%202014-2020:%20%20LA%20MAPPA%20DELLE%20OPPORTUNITA%E2%80%99

giovedì 19 marzo 2015

LA GUIDA OPERATIVA SUI FONDI EUROPEI 2014-2020

I FONDI EUROPEI 2014-2020
 La Guida per conoscere ed utilizzare i fondi europei 

Il testo costituisce una guida operativa alle opportunità di finanziamento diretto ed indiretto dell’Unione Europea per il periodo 2014-2020, per imprenditori, professionisti, studenti, funzionari pubblici e quanti desiderano approfondire le opportunità offerte dai fondi europei.Copertina Libro i fondi europei 2014 - 2020

Il taglio pratico del testo consente al lettore di conoscere le modalità di accesso ai portali dei partecipanti, nonché gli strumenti e le metodologie per la preparazione e la gestione di un progetto di successo (PCM e LFA).


Dopo una breve presentazione aggiornata del contesto dell’Unione Europea e delle sue politiche di coesione economica e sociale, vengono presentati i programmi tematici a gestione diretta della Commissione Europea e delle sue agenzie (Horizon 2020, Cosme, Erasmus+, EASI, ecc.).


La seconda parte della Guida approfondisce il tema della politica di coesione che si realizza attraverso i fondi strutturali e di investimento europei (Fondi SIE) a cui si aggiunge, inoltre, un’attenta analisi dei Programmi Operativi Nazionali validi per tutto il periodo 2014-2020.


Vengono inoltre presi in esame i programmi europei di cooperazione territoriale transfrontalieri, transnazionali e interregionali, tra cui il programma Italia-Croazia, Adrion e InterregMed. Il testo è infine arricchito da riferimenti normativi, tabelle, grafici, quadri finanziari e da utili sitografie che consentono al lettore di orientarsi tra i diversi strumenti esistenti per distinguere quelli più funzionali alla propria situazione.
       
Bartolomei Giuliano, Marcozzi Alessandra
EPC Editore
Edizione: marzo 2016
Pagine: 34
   
Per acquistare la Guida vai su www.obiettivoeuropa.com

venerdì 13 febbraio 2015

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE (ROMA, 27-28 FEBBRAIO 2015)

 
CORSO DI EUROPROGETTAZIONE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE
I Fondi europei 2014-2020 per le imprese e strumenti operativi per accedervi
 
Il corso presenta le opportunità di finanziamento diretto offerte dall'Europa alle piccole e medie imprese nel nuovo periodo di programmazione 2014-2020 e fornisce gli strumenti operativi per presentare richieste di finanziamento corrette dal punto di vista tecnico e finanziario.
La prima giornata offre il quadro sistematico delle opportunità di finanziamento messe a disposizione dall’Europa alle Piccole e Medie Imprese (PMI), per individuare e selezionare il programma e relativo bando giusto per le esigenze dell’azienda. Saranno poi spiegati gli approcci metodologici utilizzati dalla Commissione europea (Project Cycle Management, Logical Framework Approach) ed i criteri per la predisposizione di una proposta progettuale.

La seconda giornata è invece dedicata alla parte tecnico-pratica di redazione della domanda di finanziamento: saranno illustrati i vari passi operativi e le modalità per costruire una proposta progettuale vincente ed inviarla online in risposta ad un bando. La giornata prevede anche un’esercitazione pratica di simulazione e l’analisi di un progetto già svolto.

PROGRAMMA 1° GIORNO: Orientarsi – Analizzare – Approccio metodologico
Introduzione ai fondi europei.   Le opportunità per le Piccole e Medie Imprese (PMI) in Europa.
I
programmi di finanziamento per le PMI: Horizon2020, SME Instrument, COSME, EaSI.
Analisi del Work Programme di riferimento.
Ricerca ed analisi della call (bando) di interesse (obiettivi, eligibilità ed ammissibilità, ecc).
Criteri generali per la predisposizione di una proposta progettuale.
La metodologia PCM (Project Cycle Management).
L’approccio LFA (Logical Framework Approach).

PROGRAMMA 2° GIORNO: Redigere la domanda di finanziamento – Gestire il progetto
Elementi della proposta progettuale.
I partner: trovarli, creare il consorzio.
Il Business Plan.
Il budget: costi, ricavi e cash flow.
La pianificazione delle attività di progetto.
Inserimento della proposta sul Participant Portal.
Gestione e monitoraggio del progetto.
La rendicontazione.
Analisi di un progetto già svolto.

Project Work
: sviluppo di una proposta progettuale a partire da una idea progettuale propria o suggerita dal docente, sulla base di un bando di finanziamento individuato e con l'obiettivo di guidare ciascun partecipante nelle fasi di formulazione, identificazione bando, costruzione del partenariato, finalizzazione, sottomissione, conduzione, monitoraggio e rendicontazione.
 Il corso si rivolge in modo particolare a: Titolari di piccole e medie imprese, Consulenti e professionisti che svolgono attività di supporto alle PMI nell'accesso ai fondi; Funzionari/Dirigenti di Istituti Bancari che svolgono attività di intermediazione per la finanzia europea; Funzionari/Dirigenti di Enti a servizio dell'impresa; Personale di Associazioni di categoria, sindacali ed imprenditoriali, Aziende di sviluppo; Personale di Università e Centri di ricerca che lavorano con le imprese. Neolaureati che intendono acquisire competenze specialistiche.                                                      
Principali settori interessati dal corso: Ambiente, Efficienza energetica ed Energie rinnovabili. Bioeconomia, Tecnologie emergenti. Information & Communication Technology (ICT). Trasporti intelligenti, ecologici e integrati, Logistica. Imprenditorialità. Internazionalizzazione. Sviluppo Industriale. Ricerca e Sviluppo (R&S). Microcredito.
 

Sede del corso: centro congressi iCavour (stazione Termini)

Orario: primo giorno 10:30 - 18:30 / secondo giorno: 9:30 - 17:30

 
 
 

martedì 10 febbraio 2015

Programma Europa per i cittadini (2014-2020)

Il Programma "Europa per i Cittadini 2014-2020" mira ad avvicinare i cittadini europei all’Unione Europea.

La Commissione Europea è responsabile dell’attuazione del Programma; in particolare ne stabilisce il bilancio, i temi prioritari, gli obiettivi e definisce i criteri di selezione dei progetti.
Per l’attuazione pratica della maggior parte delle azioni del Programma, la Commissione si avvale dell’Agenzia Esecutiva per l’Istruzione, gli Audiovisivi e la Cultura (EACEA).
L’EACEA è responsabile anche degli ECPs – Europe for Citizens Points, strutture nazionali stabilite nei paesi partecipanti al Programma che si occupano di una diffusione mirata e capillare delle informazioni sul Programma Europa per i Cittadini, supportando i potenziali beneficiari delle sovvenzioni.
L’ECP – Europe for Citizens Point Italy, istituito dal 2008 presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, costituisce il Punto di Contatto Nazionale per il Programma “Europa per i cittadini” 2014-2020: http://www.europacittadini.it/index.php?it/94/ecp-italy.
Le due macro-priorità per il 2015 sono:
Strand 1 – Memoria Europea
Strand 2 – Impegno democratico e partecipazione civica

domenica 1 febbraio 2015

Il nuovo strumento Teaming concederà finanziamenti europei per colmare il divario in materia di eccellenza della ricerca in Europa

Nell’ambito di Horizon 2020, il programma per il finanziamento della ricerca dell’UE, sarà disponibile un importante pacchetto di misure, con finanziamenti fino a 800 milioni di euro, per promuovere una più ampia partecipazione degli Stati membri che registrano le prestazioni più basse nel settore della ricerca. Tra le azioni previste figurano Teaming, Twinning (reti istituzionali che prevedono il sostegno per scambi di personale, consulenza di esperti e assistenza) e riconoscimenti speciali come il nuovo strumento delle cattedre SER.
 
Il nuovo strumento Teaming contribuirà a migliorare le prestazioni della ricerca e ad aumentare gli investimenti nei paesi in cui si registrano i livelli più bassi di eccellenza. Lo strumento Teaming rappresenta una parte importante degli sforzi dell’Unione europea orientati a sbloccare il potenziale dell’Europa nel settore della ricerca e dell’innovazione.
 
Sono ammessi a beneficiare dei finanziamenti Teaming tutti gli Stati membri che hanno aderito all’UE dopo il 2004, il Portogallo, il Lussemburgo e otto paesi terzi associati al programma Orizzonte 2020. Grazie a Teaming questi paesi potranno avviare nuove collaborazioni, creare nuove reti scientifiche e cogliere nuove opportunità di mercato.La selezione dei progetti è affidata a esperti indipendenti che ricorrono a procedure standard nell’ambito di Horizon 2020.
 
L’azione consta di due fasi.

Nella fase 1, i finanziamenti sono destinati allo sviluppo di un “piano di attività” per il futuro centro.
Nella fase 2, fino a dieci progetti possono essere selezionati quali destinatari di ulteriori finanziamenti per la realizzazione del centro, a seguito di un processo di analisi comparativa.

I fondi europei assegnati alle proposte selezionate nella prima fase (31 proposte selezionate su 169 proposte presentate) ammontano a 14,5 milioni di euro e attualmente è previsto lo stanziamento di circa 87 milioni di euro per la seconda fase.
 
Grazie alla creazione di sinergie tra lo strumento Teaming e la politica di coesione, i progetti nella fase 2 potrebbero inoltre avvalersi dei fondi strutturali disponibili per realizzare centri di eccellenza e finanziare infrastrutture e apparecchiature di grandi dimensioni non coperte dalle sovvenzioni Teaming.

Maggiori informazioni su Commissione europea - Rapid


venerdì 9 gennaio 2015

CORSO DI EUROPROGETTAZIONE - PROGRAMMA INTENSIVO

MODULO 1  - LA MAPPA DEI FONDI EUROPEI 2014-2020
MODULO 2  - TECNICHE E STRUMENTI DI PROGETTAZIONE
MODULO 3  BUDGET E RENDICONTAZIONE FINANZIARIA

6 - 7 marzo | 13 - 14 marzo | 20 - 21 marzo 2015
       
Il Corso di europrogettazione proposto da Obiettivo Europa (www.obiettivoeuropa.it) offre un programma di formazione intensivo e completo sui programmi di finanziamento europei 2014-2020 e le tecniche di redazione delle proposte progettuali in risposta ai bandi pubblicati dalla Commissione europea.  

Il Corso si articola in 3 Moduli di due giorni ciascuno, per un totale di 6 giorni di formazione executive in aula. 

E' tuttavia possibile iscriversi anche ad un solo Modulo oppure a due (il primo e secondo, oppure il secondo e terzo Modulo) per chi fosse interessato a seguire soltanto una specifica parte trattata e/o perchè ha già frequentato precedentemente un corso base.

SEDE DEL CORSO: ROMA presso il centro congressi iCavour (zona Stazione Termini) 

ORARIO LEZIONI: 9:30 – 13:30 / 14:00 – 18:00

Tutte le informazioni su questo corso sono disponibili sul sito www.obiettivoeuropa.it

Il corso intende formare Esperti in finanziamenti e progettazione europea, capaci di:

Orientarsi tra i programmi e strumenti di finanziamento europei in vigore 2014-2020;
 
Individuare, leggere e selezionare correttamente i bandi e la relativa documentazione;

Analizzare i requisiti di eleggibilità e finanziabilità richiesti, valutando la fattibilità in relazione alle caratteristiche dell’ente/azienda interessato;
Costruire e redigere una proposta progettuale coerente, completa ed efficace; 
 
Definire correttamente il budget di progetto, nell’ottica della successiva rendicontazione finanziaria;

Presentare la richiesta di finanziamento attraverso i sistemi online.

Il corso di europrogettazione di Obiettivo Europa fornisce il kit di conoscenze e tecniche indispensabili per accedere efficacemente ai contributi europei, consentendo altresì di aggiungere nuove competenze al proprio profilo professionale e sviluppare nuove opportunità di lavoro e networking.     
  
MODULO 1 – LA MAPPA DEI FONDI EUROPEI 2014-2020
Il Primo Modulo offre il quadro sistematico dei nuovi programmi europei di finanziamento in vigore nel periodo 2014-2020 e fornisce gli strumenti tecnico-operativi per l’analisi di finanziabilità e il corretto sviluppo di idee progettuali. Al termine del corso, i partecipanti avranno acquisito le competenze specifiche per l'individuazione delle forme più opportune di accesso alle risorse finanziarie comunitarie e per la formulazione di idee progettuali in linea con i programmi europei e le esigenze dell'azienda o dell'ente locale.

MODULO 2 - TECNICHE E STRUMENTI DI PROGETTAZIONE
Il Secondo Modulo è interamente dedicato alle tecniche e metodologie di redazione delle proposte progettuali in risposta ai bandi europei diretti. Al termine del corso, i partecipanti avranno acquisito gli strumenti pratici e le competenze operative per identificare correttamente cosa un bando europeo chiede e redigere proposte progettuali competitive, coerenti ed in linea con i criteri di aggiudicazione dei bandi europei. Il corso prevede esercitazioni pratiche di progettazione, con particolare riferimento alla definizione del quadro logico di intervento analizzato in parallelo ad un formulario di candidatura, nonché consigli utili e best practices per la redazione delle candidature.

MODULO 3 - BUDGET E RENDICONTAZIONE FINANZIARIA
Il Terzo Modulo è dedicato alla parte strettamente finanziaria dei progetti europei ed ha l’obiettivo di fornire ai partecipanti le conoscenze e gli strumenti pratici necessari per predisporre un budget tecnicamente coerente in fase di presentazione della richiesta di finanziamento, come anche i criteri per districarsi tra le regole di ammissibilità dei costi, i conseguenti principi di rendicontazione da rispettare, i modelli di costo, i formulari e i giustificativi di spesa nella successiva rendicontazione a progetto finanziato. Al termine del corso, i partecipanti avranno acquisito le conoscenze normative e gli strumenti pratici per la corretta costruzione, suddivisione e articolazione di un budget di progetto, nonché i principi inerenti la rendicontazione finanziaria e la successiva gestione dei giustificativi di spesa dei progetti europei finanziati.

Il corso fornisce inoltre:

Accesso gratuito per 12 mesi alla banca dati bandi europei del portale www.obiettivoeuropa.it 
 
L’Attestato di partecipazione  
 
Una chiavetta USB contenente tutto il materiale didattico utilizzato durante le lezioni e ulteriore documentazione di supporto.
 
L’approccio formativo è di tipo tecnico-operativo e l’apprendimento è facilitato grazie ad una metodologia didattica interattiva, che affianca alla teoria e all’analisi dei singoli argomenti esercitazioni pratiche, esempi concreti e suggerimenti utili, privilegiando il “come fare” per una formazione chiara e immediatamente spendibile sul campo. La metodologia didattica sarà, quindi, di tipo partecipativo, con un’alternanza di sessioni plenarie e lavori di gruppo su programmi/bandi reali.

Il corso è tenuto da docenti senior, qualificati e con esperienza decennale nelle tematiche trattate e in progettazione europea. Durante il corso sarà presente anche un tutor d’aula. La Formazione è erogata da Obiettivo Europa secondo gli standard di qualità ISO 9001/2008
   
QUOTA DI ISCRIZIONE E MODALITA’ DI PAGAMENTO

E’ possibile iscriversi ad un solo modulo, a due moduli (primo e secondo oppure secondo e terzo modulo) oppure al pacchetto completo di 3 moduli.
   
Quota d’iscrizione (3 MODULI):    960 euro + iva  (1.195,60 euro iva inclusa)

Quota d’iscrizione (2 MODULI):    700 euro + iva  (854 euro iva inclusa)

Quota d’iscrizione (1  MODULO):  400 euro + iva (488 ero iva inclusa)

Sconto iscrizioni multiple: nel caso di più persone iscritte dallo stesso Ente/Azienda è previsto uno sconto di 100 euro + iva sull’importo complessivo.

Modalità di pagamento: è possibile pagare la quota di iscrizione in un’unica soluzione, entro l’inizio del primo modulo, oppure in comode rate, da versare ciascuna entro la data d’inizio del rispettivo modulo.
         
COME ISCRIVERSI
 
Il corso è a numero programmato di posti, pertanto per iscriversi è necessario inviare dapprima la richiesta di prenotazione disponibile sul sito www.obiettivoeuropa.it o direttamente qui


A seguito della prenotazione online, invieremo all’ indirizzo email indicato il Modulo di iscrizione, che sarà necessario compilare in ogni sua parte, e rinviare via fax oppure via email

Per maggiori informazioni su questo corso e per consultare il programma dettagliato dei moduli formativi su www.obiettivoeuropa.it

E' possibile scaricare il programma dettagliato anche  qui: Programma Corso Europrogettazione



mercoledì 7 gennaio 2015

HORIZON 2020 - Programma quadro per la ricerca e l'innovazione (2014-2020)


HORIZON 2020 è il nuovo programma europeo per il periodo 2014-2020 che riunisce in un unico strumento di finanziamento gli strumenti rivolti al sostegno della ricerca e dell'innovazione, che rientravano nel 7 ° Programma quadro, Programma CIP e il sostegno all'Istituto europeo di innovazione e tecnologia (IET).

HORIZON 2020 contribuisce a costruire un'economia basata sulla conoscenza e sull'innovazione in tutta l'Unione europea mediante la mobilitazione di finanziamenti supplementari sufficienti per la ricerca, lo sviluppo e l'innovazione. In tal modo sostiene l'attuazione della strategia Europa 2020 e altre politiche dell'UE, nonché il conseguimento e il funzionamento dello Spazio europeo della ricerca (SER).
La dotazione finanziaria per l'attuazione del programma è fissata a 87.740 milioni di euro.

Il programma si struttura in tre priorità strategiche:

 1. ECCELLENZA SCIENTIFICA

Con una dotazione di 27.818 milioni di euro, mira a rafforzare e ad ampliare l'eccellenza della base di conoscenze scientifiche dell'Unione e a consolidare lo Spazio europeo della ricerca al fine di rendere il sistema unionale di ricerca e innovazione più competitivo su scala mondiale.

Si articola in quattro obiettivi specifici:

a) Il Consiglio europeo della ricerca (CER);

b) Le Tecnologie emergenti e future (TEF);

c) Le Azioni Marie Curie;

d) Le Infrastrutture di ricerca.

2. LEADERSHIP INDUSTRIALE

Con 20.280 milioni di euro, mira ad accelerare lo sviluppo delle tecnologie e delle innovazioni a sostegno delle imprese del futuro e ad aiutarle a crescere per divenire imprese di importanza mondiale.

Gli obiettivi specifici sono:

a) La leadership nelle tecnologie abilitanti e industriali fondamentali ;

b) Migliorare l'accesso al capitale di rischio ;

c) L'Innovazione nelle PMI.

3. SFIDE PER LA SOCIETA’

Con 35.888 milioni di euro, affronta le priorità politiche e le sfide sociali concentrando i finanziamenti su:

(a) salute, cambiamento demografico e benessere;

(b) sicurezza alimentare, agricoltura sostenibile, ricerca marina e marittima, bioeconomia;

(c) energia sicura, pulita ed efficiente;

(d) trasporti intelligenti, verdi e integrati;

(e) azione per il clima, efficienza delle risorse e materie prime;

(f) società inclusive, innovative e sicure.















lunedì 5 gennaio 2015

Concorso RegioStars 2015 - Premio per i progetti europei più interessanti e innovativi nel contesto dello sviluppo regionale

La DG Politica regionale e urbana della Commissione europea ha lanciato il concorso RegioStars 2015.
 
Come negli anni precedenti, questa edizione del concorso punterà i riflettori sui progetti europei più interessanti e innovativi cofinanziati dalla Politica di coesione dell’UE.
 
Dopo essere stati selezionati da una giuria indipendente, i responsabili di progetto e i rappresentanti delle Autorità di gestione saranno invitati a partecipare alla Cerimonia di premiazione del concorso RegioStars 2015, che si svolgerà nel corso della Settimana europea delle Regioni e delle Città (OPEN DAYS).
 
Le categorie dell’edizione 2015 del concorso sono le seguenti:
1. CRESCITA INTELLIGENTE: liberare il potenziale di crescita delle PMI nell’ambito dell’economia digitale
2. CRESCITA SOSTENIBILE: mobilitare investimenti nel campo dell’efficienza energetica, a vantaggio dei cittadini e della società
3. CRESCITA INCLUSIVA: integrare nella società coloro che sono a rischio di esclusione sociale
4. CITYSTAR: trasformare le città per affrontare le sfide future
 
Le candidature dovranno pervenire entro il 28 febbraio 2015, i finalisti selezionati saranno informati entro la fine del mese di maggio 2015 e la cerimonia di premiazione avrà luogo a Bruxelles nel corso degli OPEN DAYS, il 13 ottobre 2015.

Maggiori informazioni su: www.obiettivoeuropa.it

venerdì 2 gennaio 2015

Programma Europa per i cittadini ( 2014-2020): strumento di finanziamento per progetti finalizzati ad avvicinare i cittadini europei all’Unione Europea

 
Il Programma "Europa per i cittadini" è lo strumento di finanziamento che la Commissione europea ha ideato per sostenere, sotto forma di cofinanziamento, progetti finalizzati alla costruzione di un'Europa più tangibile per i suoi cittadini; allo sviluppo, a partire dalla valorizzazione del pluralismo delle realtà comunitarie, di un'identità europea unitaria fondata su comuni esperienze storiche e culturali; alla creazione di un senso di appartenenza all'Unione Europea; allo scambio di esperienze fra cittadini di diverse aree geografiche, al fine di contribuire al dialogo interculturale e alla reciproca conoscenza.
 
Il Programma "Europa per i cittadini" mira ad avvicinare i cittadini europei all’Unione Europea.
 
Gli obiettivi specifici del Programma sono:
 
- sensibilizzare alla memoria, alla storia e ai valori comuni dell’Unione Europea, nonché alle sue finalità, quali la promozione della pace, dei valori condivisi e del benessere dei suoi cittadini, sviluppando il dibattito, la riflessione e lo sviluppo di reti;
- incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini a livello dell’Unione Europea, favorendo l’impegno sociale, il dialogo interculturale e il volontariato e permettendo ai cittadini di comprendere meglio il processo di elaborazione politica dell’Unione

Bandi 2015 nell'ambito del Programma Eurostars II (2014-2020) a supporto dei progetti di ricerca delle PMI che sviluppano prodotti, processi e servizi innovativi per guadagnare vantaggio competitivo a livello internazionale

Eurostars II (2014-2020) è il programma comune mirante a promuovere le attività transnazionali di ricerca orientate al mercato, in tutti i settori, delle piccole e medie imprese (PMI) che effettuano attività di ricerca, in particolare quelle prive di esperienze precedenti nella ricerca transnazionale che hanno portato all'immissione sul mercato di prodotti, processi e servizi nuovi o potenziati per guadagnare vantaggio competitivo a livello internazionale

Eurostars è la continuazione del programma comune Eurostars, attivo durante il 7° Programma Quadro (2007-2013). Così come il precedente programma, anche Eurostars sarà gestito dal Segretariato EUREKA.

Gli obiettivi generali di Eurostars sono i seguenti:

    - promuovere le attività transnazionali di ricerca orientate al mercato, in tutti i settori, delle piccole e medie imprese (PMI) che effettuano attività di ricerca, in particolare quelle prive di esperienze precedenti nella ricerca transnazionale che hanno portato all'immissione sul mercato di prodotti, processi e servizi nuovi o potenziati

-  contribuire alla realizzazione dello Spazio europeo della ricerca (SER) e migliorare l'accessibilità, l'efficienza e l'efficacia dei finanziamenti pubblici a favore delle PMI in Europa, allineando, armonizzando e sincronizzando i meccanismi di finanziamento nazionali.

Nell’ambito del Programma Eurostars sono state fissate le prossime date di cut-off per la sottomissione delle proposte: 5 marzo 2015 e 17 settembre 2015.

Per maggiori informazioni: www.obiettivoeuropa.it