domenica 1 febbraio 2015

Il nuovo strumento Teaming concederà finanziamenti europei per colmare il divario in materia di eccellenza della ricerca in Europa

Nell’ambito di Horizon 2020, il programma per il finanziamento della ricerca dell’UE, sarà disponibile un importante pacchetto di misure, con finanziamenti fino a 800 milioni di euro, per promuovere una più ampia partecipazione degli Stati membri che registrano le prestazioni più basse nel settore della ricerca. Tra le azioni previste figurano Teaming, Twinning (reti istituzionali che prevedono il sostegno per scambi di personale, consulenza di esperti e assistenza) e riconoscimenti speciali come il nuovo strumento delle cattedre SER.
 
Il nuovo strumento Teaming contribuirà a migliorare le prestazioni della ricerca e ad aumentare gli investimenti nei paesi in cui si registrano i livelli più bassi di eccellenza. Lo strumento Teaming rappresenta una parte importante degli sforzi dell’Unione europea orientati a sbloccare il potenziale dell’Europa nel settore della ricerca e dell’innovazione.
 
Sono ammessi a beneficiare dei finanziamenti Teaming tutti gli Stati membri che hanno aderito all’UE dopo il 2004, il Portogallo, il Lussemburgo e otto paesi terzi associati al programma Orizzonte 2020. Grazie a Teaming questi paesi potranno avviare nuove collaborazioni, creare nuove reti scientifiche e cogliere nuove opportunità di mercato.La selezione dei progetti è affidata a esperti indipendenti che ricorrono a procedure standard nell’ambito di Horizon 2020.
 
L’azione consta di due fasi.

Nella fase 1, i finanziamenti sono destinati allo sviluppo di un “piano di attività” per il futuro centro.
Nella fase 2, fino a dieci progetti possono essere selezionati quali destinatari di ulteriori finanziamenti per la realizzazione del centro, a seguito di un processo di analisi comparativa.

I fondi europei assegnati alle proposte selezionate nella prima fase (31 proposte selezionate su 169 proposte presentate) ammontano a 14,5 milioni di euro e attualmente è previsto lo stanziamento di circa 87 milioni di euro per la seconda fase.
 
Grazie alla creazione di sinergie tra lo strumento Teaming e la politica di coesione, i progetti nella fase 2 potrebbero inoltre avvalersi dei fondi strutturali disponibili per realizzare centri di eccellenza e finanziare infrastrutture e apparecchiature di grandi dimensioni non coperte dalle sovvenzioni Teaming.

Maggiori informazioni su Commissione europea - Rapid